Corippo, le abitazioni, il paesaggio, il lago, la piazza, la chiesa. L’obiettivo del fotografo Brioschi cattura e restituisce un’atmosfera severa, in bianco e nero, sospesa, come tutti ben conosciamo in questi giorni di primavera del 2020. Presto queste mura abbandonate torneranno a vivere, in modo nuovo, senza però dimenticare la storia che ogni pietra racconta, ricorda. Presto, con i  lavori di trasformazione dell’Albergo diffuso.

VEDI GALLERIA:

Corippo nell’obiettivo del fotografo Brioschi